www.polito.it
Stage & Job Placement
PORTALE DELLA DIDATTICA
Stampa pagina
News, Bandi e Opportunità
UNICREDIT Impact International Graduate Program 2018 - scadenza 1 maggio 2018

Ermenegildo Zegna Founder's Scholarship
Borsa di Studio – Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship 2018

Si segnala l’opportunità di prendere parte al programma Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship, che mette a disposizione borse di studio per un importo fino a € 50.000,00 annui ciascuna, per consentire a un ristretto numero di italiani eccezionalmente promettenti all'inizio della loro carriera, di intraprendere un percorso di ricerca o specializzazione post-laurea da uno a tre anni  in un importante centro universitario o di ricerca all’estero. 

Il programma è stato ideato per onorare la memoria del fondatore del Gruppo Zegna, Ermenegildo Zegna (1892-1966), le sue iniziative, i suoi traguardi e i valori che egli ha trasmesso. Il Gruppo Zegna è impegnato a finanziare il programma con fondi fino a 1.000.000€ l’anno.
Sarà data priorità a donne e uomini che abbiano il potenziale per diventare leader nel loro settore e un sincero interesse a ritornare in Italia per dare un contributo positivo alla società italiana a seguito del completamento dei loro soggiorni all’estero. 
Oltre a sostenere giovani eccellenze nel loro percorso di studi, l’iniziativa si prefigge come obiettivo quello di non aggravare il fenomeno della “fuga dei cervelli” dall’Italia ed è per tale ragione che il supporto del Gruppo Zegna è vincolato al rientro in Italia dei borsisti. Al fine di facilitare tale rientro, è stato istituito un Comitato Consultivo del quale fanno parte  rappresentanti del mondo della finanza, dell’industria, della cultura e della medicina. Il ruolo di tale Comitato è di agevolare il contatto tra gli studenti e le aziende italiane e facilitare pertanto il loro inserimento professionale al termine del loro programma di specializzazione all’estero. 

1 - Importo, erogazione e durata delle borse
a) L’importo di ogni borsa di studio, la durata e le tempistiche di erogazione verranno stabiliti dalla Commissione di Selezione Ermenegildo Zegna. 
b) Le borse, di importo annuo non superiore a 50.000€ (lordi), potranno essere concesse per un massimo di tre anni. Non vi è invece una durata minima; una borsa potrà quindi essere concessa anche per un programma di pochi mesi (per es. ricerche a sostegno di una tesi in corso). L’eventuale rinnovo aldilà del primo anno sarà soggetto a valutazione annua. L’importo globale complessivo non potrà comunque essere superiore a 100.000€ (lordi).   

2 - REQUISITI DI AMMISSIONE AL BANDO 
Per poter partecipare alla preselezione da parte del nostro Ateneo è necessario: 
a) essere cittadini italiani o residenti permanenti in Italia 
b) avere ottenuto (o comunque richiesto) l’ammissione al programma di ricerca o specializzazione post-laurea o post-dottorato all’estero per il quale viene chiesta una Borsa Zegna;
c) per i laureandi di laurea magistrale , avere ottenuto agli esami una media di almeno 28/30; e/o per i laureati, avere ricevuto un voto di laurea non inferiore a 110   

3 - PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE
Per partecipare alla preselezione i candidati dovranno inviare all’account borsa.zegna@polito.it  la seguente documentazione (in un unico file pdf e rispettando l’ordine della documentazione richiesta) entro l’ 8 marzo 2018;
a) copia del curriculum vitae italiano e inglese  (con indirizzo email);
b) una breve descrizione (massimo 300 parole) del programma che il candidato intende svolgere all’estero  in italiano ed in inglese;
c) una lettera di motivazione (massimo 500 parole (in italiano e in inglese) nella quale il candidato spiega il suo progetto di carriera e come intende portare un contributo positivo alla società italiana dopo il completamento del proprio soggiorno all’estero;
d) lettera di accettazione (anche condizionata) al programma di ricerca o specializzazione post-laurea all’estero (oppure corrispondenza dimostrando una elevata probabilità di essere accettati in tempi brevi);
e) una o più lettere di referenze, di cui almeno una proveniente da un docente del Politecnico, che ne supportino la candidatura;
f) copia del documento di identità italiano;
g) documento di sintesi inerente la richiesta economica di finanziamento per il periodo di attività all’estero, considerando i costi standard di vita del paese di riferimento, le eventuali tasse universitarie e/o di iscrizione presso l’università estera, eventuali  dotazioni informatiche o di accesso a laboratori/strutture.

4 – FASI DELLA SELEZIONE IN ATENEO
I candidati in possesso dei requisiti richiesti saranno valutati da una commissione interna nominata dall’Ateneo al fine di effettuare una pre-selezione/valutazione delle candidature pervenute. Tenuto conto delle indicazioni del programma Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship, la Commissione prenderà in considerazione come prioritari :
1.      il progetto di ricerca sulla base del contributo positivo alla società italiana che esso possa apportare; 
2.      il contributo innovativo del progetto di ricerca proposto; 
3.      il prestigio dell’Università estera in cui i candidati intendono svolgere il progetto di ricerca

Verranno inoltre valutati complessivamente i seguenti elementi: 
-      la durata del periodo richiesto all’estero e l’Università di accoglienza della candidatura; 
-      la lettera motivazionale; 
-      la validità, la congruenza e la qualità del progetto proposto;  
-      il curriculum vitae e la carriera accademica nel suo complesso; 
-      le lettere di referenza allegate.   

La Commissione esprimerà – a suo insindacabile giudizio- la valutazione su ciascuna candidatura e per ciascuno dei sopraelencati quattro elementi, su una scala di valore a tre livelli.   

5 – FASI DELLA SELEZIONE DA PARTE DELLA COMMISSIONE ZEGNA
1) Dopo avere valutato le candidature ricevute, il nostro Ateneo segnalerà fino a 3  candidati particolarmente meritevoli e motivati alla Commissione di Selezione Ermenegildo Zegna (“Commissione Zegna”).
2) I candidati segnalati dal nostro Ateneo riceveranno dalla Commissione Zegna durante la settimana del 3 aprile 2018 un modulo che dovrà essere restituito alla Commissione Zegna, debitamente compilato insieme a una o più lettere di referenze, entro il mercoledì 2 maggio 2018.
3) Una volta pervenuta tale documentazione, la Commissione Zegna deciderà se invitare il candidato a sostenere un colloquio a Roma o a Milano (oppure, qualora il candidato si trovasse all’estero, per videoconferenza). Salvo eccezioni, tali colloqui si svolgeranno durante il periodo 9 maggio – 15  giugno 2018. Purché ragionevoli, le spese di viaggio sostenute dai candidati saranno integralmente rimborsate dal Gruppo Zegna.
4) I membri della Commissione Zegna prevedono di informare tutti i candidati dell’esito della selezione entro il 29 giugno 2018. Salvo eccezioni, l’ammontare esatto delle singole borse verrà comunicata agli interessati al più tardi durante la settimana del 30 luglio 2018.   

6 - PRIORITA' NELL'ASSEGNAZIONE DELLE BORSE
Nella selezione dei candidati, la Commissione Zegna prevede di dare priorità, come negli anni passati, a coloro che:
a) abbiano dimostrato, nei loro studi e attività extrascolastiche, un notevole potenziale di innovazione e/o di leadership (per es. in ambiti associativi e/o filantropici);
b) abbiano ottenuto ottimi voti in tutti i loro programmi di studi;
c) intendano svolgere i loro programma di specializzazione all’estero presso un istituto altamente selettivo e di indiscutibile eccellenza;
d) prevedano di acquisire, tramite il loro soggiorno all’estero, esperienze e formazioni utili per il nostro Paese e attualmente non ottenibili presso istituti italiani;
e) desiderino, al loro ritorno in Italia, contribuire allo sviluppo del nostro Paese, eventualmente anche come imprenditori.
Inoltre, seppur non vi sia un limite di  età, priorità viene data ai candidati che non hanno ancora superato l’età di 30 anni.   

Per ulteriori informazioni, si potrà consultare il sito www.zegnagroup.com/ez-founders-scholarship 
  

Mentors4U

PhD ITalents
PhD ITalents è un progetto triennale (2015-2018) che si propone di avvicinare il mondo accademico e il mondo del lavoro favorendo l’inserimento di dottori di ricerca nelle imprese, per lo sviluppo di attività ad alto impatto innovativo. ll progetto è gestito dalla Fondazione CRUI su incarico del MIUR e in partenariato con Confindustria. Obiettivo  del progetto è attivare percorsi di rilancio del capitale umano dedicato alla ricerca intercettando sul territorio nazionale, in settori di rilevanza strategica, quei processi innovativi che consentano la piena occupazione per i dottori di ricerca in Italia, in imprese con progetti o attività di R&S, attraverso lo sviluppo di un innovativo modello di placement. I settori di rilevanza strategica individuati dal progetto sono:
  • ENERGIA, con particolare riferimento all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili;
  • AGROALIMENTARE, con particolare attenzione allo sviluppo di nuovi sistemi agricoli ecocompatibili e all’interazione tra ambiente naturale e quello modificato dall’uomo, valutando anche l’impatto di quest’ultimo sulla qualità della vita;
  • PATRIMONIO CULTURALE, con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio, alla comunicazione, alla pianificazione territoriale e paesistica degli interventi;
  • MOBILITÀ SOSTENIBILE, sia per quanto riguarda i processi e i prodotti, sia per i sistemi tecnologici e di infrastrutture;
  • SALUTE E SCIENZE DELLA VITA e in particolare ricerca biomedica, applicazioni tecnologiche e settori a più alto impatto sociale ed economico, come quelli della prevenzione, dell’invecchiamento e dell’oncologia;
  • ICT, per lo sviluppo innovativo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
Attraverso il progetto verranno co-finanziati, per i tre anni di durata del progetto, contratti di lavoro stipulati dalle imprese per l’inserimento dei dottori di ricerca, con le seguenti percentuali:
  • 80% per il primo anno
  • 60% per il secondo anno
  • 50% per il terzo anno
L’incontro fra imprese e dottori di ricerca sarà attuato attraverso due distinte procedure a evidenza pubblica: il primo bando  consentirà alle imprese di candidarsi, individuando le competenze scientifiche, tecniche e gestionali necessarie allo svolgimento di attività innovative nei settori strategici del progetto, e di pubblicare le relative offerte per i profili identificati;  il secondo bando fornirà l’opportunità ai dottori di ricerca di candidarsi per le posizioni offerte dalle imprese.Tra i punti qualificanti del progetto vi è inoltre l’attivazione di una riflessione congiunta con le università e le imprese sulle modalità di integrazione delle competenze e il rafforzamento delle attività di orientamento e placement per i dottori di ricerca svolte nelle università.